Tipi di claustrofobia

Tipi di claustrofobia
La claustrofobia è un disturbo d'ansia caratterizzato da una paura irrazionale di spazi chiusi o piccoli, afferma il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Un paziente claustrofobico non teme di trovarsi in spazi chiusi, ma le conseguenze negative dell'essere in quel luogo. Alcune di queste conseguenze temute potrebbero includere restrizione, intrappolamento e soffocamento.

La claustrofobia è un disturbo d'ansia caratterizzato da una paura irrazionale di spazi chiusi o piccoli, afferma il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Un paziente claustrofobico non teme di trovarsi in spazi chiusi, ma le conseguenze negative dell'essere in quel luogo. Alcune di queste conseguenze temute potrebbero includere restrizione, intrappolamento e soffocamento. Un paziente claustrofobico può avere un attacco di panico quando è costretto a stare in un piccolo spazio chiuso.

Video del giorno

Paura di piccoli luoghi

La maggior parte degli spazi chiusi comporta un grado di intrappolamento. Alcuni pazienti claustrofobici hanno paura di tutti i luoghi stretti o piccoli, mentre altri temono solo un particolare tipo di luogo. I più tipici includono automobili, treni, aerei, ascensori, piccole stanze, cantine, grotte, aree affollate e gallerie. I pazienti claustrofobici si rifiutano spesso di sottoporsi a tali esami di imaging medico come la risonanza magnetica che li costringe a rimanere in un luogo stretto per un periodo di tempo relativamente lungo. La paura della restrizione può far sì che alcuni claustrofobici abbiano paura di certe situazioni quotidiane come il barbiere & rsquo; s sedie o attesa in fila perché vedono la situazione come confinante.

Paura dei movimenti limitati

Molti claustrofobici hanno paura delle situazioni in cui i loro movimenti sono limitati. Questo può essere vero anche in una situazione in cui c'è molto spazio intorno alla persona. Un paziente claustrofobico potrebbe aver paura delle corse sulle montagne russe perché non può muoversi sul sedile. Allo stesso modo, un claustrofobico potrebbe avere paura delle folle perché le persone lì gli impediscono di correre o muoversi velocemente. Questa condizione può essere così grave che un paziente si rifiuta di indossare un calco dopo aver rotto un osso.

Paura di suffragio

Molte persone che hanno paura di essere costrette a stare in posti piccoli temono anche il soffocamento. Questi pazienti possono credere che non ci sia t abbastanza ossigeno nella stanza in cui sono confinati. Molti claustrofobici rimuovono gli indumenti durante gli attacchi di panico poiché credono che ciò renderebbe loro più facile respirare. Alcuni claustrofobici non sono in grado di immergersi perché hanno paura del soffocamento e possono rimuovere le maschere subacquee anche se sono sott'acqua.