Possibili complicanze del diabete di tipo 2

Possibili complicanze del diabete di tipo 2
Complicanze macrovascolari e microvascolari del diabete di tipo 2 1) Le complicanze macrovascolari comprendono malattie cardiache e ictus. Il meccanismo per la malattia macrovascolare è l'aterosclerosi e il restringimento delle arterie dovuto alla formazione di placca. 2) Le complicanze microvascolari comprendono retinopatia (inclusa cecità), neuropatia (danno ai nervi) e nefropatia (danno renale).

Complicanze macrovascolari e microvascolari del diabete di tipo 2

1) Le complicanze macrovascolari comprendono malattie cardiache e ictus. Il meccanismo per la malattia macrovascolare è l'aterosclerosi e il restringimento delle arterie dovuto alla formazione di placca.

2) Le complicanze microvascolari comprendono retinopatia (inclusa cecità), neuropatia (danno ai nervi) e nefropatia (danno renale). Le complicanze microvascolari sono causate da iperglicemia a durata prolungata (livelli elevati di glucosio nel sangue) e gravità dell'iperglicemia.

Altre complicanze

1) I problemi del piede diabetico comprendono ulcerazioni, osteomielite (infezione ossea) e piede di Charcot (indebolimento delle ossa del piede con aumento del rischio di neuropatia e frattura).

2) La chetoacidosi diabetica e lo stato di iperglicemia iperosmolare sono rari, ma si verificano in determinate circostanze, come diminuzione della produzione di insulina e malattia grave.

3) La gastroparesi è un ritardo nello svuotamento dello stomaco. I sintomi includono una sensazione di pienezza precoce quando si mangia, mancanza di appetito, nausea, dolore addominale e bruciore di stomaco.

4) L'ipotensione posturale è bassa pressione sanguigna con cambiamenti di posizione o postura.

5) Disfunzione erettile.

6) La depressione è spesso associata a individui che soffrono di malattie croniche.

7) Aumento del rischio di sviluppare infezioni necrotizzanti dei tessuti molli.

8) Fegato grasso in cui vi è il 25 percento di progressi nella cirrosi.

Screening for Complications

Le complicanze di screening dovrebbero iniziare immediatamente perché probabilmente è già avvenuto un danno. I sintomi possono richiedere anni per svilupparsi prima della diagnosi. Esempi di test includono:

1) Esame annuale con esame dilatato.

2) Monitorare la pressione sanguigna ad ogni esame.

3) Avere un test annuale di micro-albumina, creatinina sierica e lipidi.

4) Pianificare le proiezioni del piede per prevenire l'amputazione e includere monofilamenti annuali, impulsi e valutazioni vibratorie.

5) Effettuare un auto-esame giornaliero dei piedi e del proprio medico ad ogni visita.

6) Informi il medico se ha difficoltà a digerire il cibo, la disfunzione erettile o le vertigini con i cambiamenti di posizione.

Prevenzione delle complicanze

I diabetici di tipo 2 possono ridurre i rischi di complicanze controllando i livelli di glucosio nel sangue con questi interventi sullo stile di vita:

1) I test A1c regolari sono raccomandati ogni 3-6 mesi, a seconda delle esigenze individuali.

2) Un buon controllo della pressione arteriosa significa mantenere una pressione sanguigna inferiore a 130/80.

3) Dislipidemia corretta con statine.

4) Livelli di glicemia monitorati quotidianamente.

5) Frequentare un corso di autogestione del diabete.

6) Smetti di fumare.

7) Mantenere un peso sano.

8) Mantenere una dieta sana e uno stile di vita attivo.

9) Assumere l'aspirina per prevenire le complicanze cardiovascolari.

10) Ricevi vaccinazioni raccomandate.

Raccomandazioni per l'aspirina

I diabetici hanno da due a quattro volte il rischio di complicanze cardiovascolari e il rischio di ictus raddoppia entro cinque anni dalla diagnosi. L'aspirina a basso dosaggio è un farmaco ragionevole per la maggior parte degli adulti con diabete da assumere regolarmente, anche se è importante chiedere prima al proprio medico. L'aspirina viene somministrata come prevenzione secondaria per i diabetici con patologie cardiovascolari note.

Immunizzazioni

Le vaccinazioni riducono il rischio di infezioni potenzialmente mortali. I diabetici di tipo 2 dovrebbero ricevere il vaccino antinfluenzale (vaccino antinfluenzale) ogni anno. Il vaccino pneumococcico deve essere somministrato secondo il programma vaccinale dei Centers for Disease Control in base all'età e alla precedente storia di immunizzazione. L'epatite B è ora raccomandata per tutte le persone di età inferiore a 60 anni o dopo i 60 anni se l'individuo è ad alto rischio di epatite B. Tdap (tetano, difterite e vaccino antipertossico acellulare) deve essere somministrato secondo il vaccino di Centers for Disease Control programma basato sull'età e sulla precedente storia di immunizzazione. Il vaccino Zoster (fuoco di Sant'Antonio) deve essere somministrato una volta all'età di 60 anni.