Possibili complicanze della malattia da reflusso acido

Possibili complicanze della malattia da reflusso acido
Esiste la percezione che il reflusso acido sia tutt'al più un fastidioso, banale problema che è curabile con i farmaci da banco. Ma in realtà, la malattia da reflusso acido non trattata o insufficientemente trattata porta a una serie progressiva di disturbi che iniziano con l'infiammazione dell'esofago, portando a ulcere esofagee e quindi a regioni di cicatrici e restringimenti nell'esofago noti come stenosi.

Esiste la percezione che il reflusso acido sia tutt'al più un fastidioso, banale problema che è curabile con i farmaci da banco. Ma in realtà, la malattia da reflusso acido non trattata o insufficientemente trattata porta a una serie progressiva di disturbi che iniziano con l'infiammazione dell'esofago, portando a ulcere esofagee e quindi a regioni di cicatrici e restringimenti nell'esofago noti come stenosi. Quando il reflusso acido continua senza sosta, può svilupparsi una condizione chiamata esofago di Barrett, che può progredire nel cancro esofageo. Anche se questo può sembrare minaccioso, la buona notizia è che la maggior parte delle potenziali complicazioni della malattia da reflusso acido non sono solo curabili, ma anche prevenibili.

Video del giorno

Esofagite e ulcere esofagee

La complicanza più comune della malattia da reflusso acido è l'infiammazione dell'esofago, nota come esofagite. L'acido dello stomaco provoca lesioni alle cellule che rivestono l'esofago, provocando dolore come bruciore di stomaco. Questo non solo è angosciante in sé, ma si dovrebbe pensare all'esofagite come a una piattaforma di lancio per condizioni progressivamente più gravi.

Mentre la ferita mediata da acido continua nell'esofago, il rivestimento comincia a rompersi e le ulcere si formano. Le ulcere sono ferite aperte gravemente infiammate che sembrano crateri. Se le ulcere esofagee non sono trattate, possono sanguinare, occasionalmente in modo abbondante, quindi si consiglia caldamente il trattamento.

Stenosi esofagee

Un'altra complicazione della lesione acida nell'esofago è la cicatrizzazione, con il successivo sviluppo di aree ristrette conosciute come stenosi. L'esofago è normalmente un organo elastico che si espande e si contrae per accogliere quantità variabili di cibo solido e liquido. Come le sue cellule pieghevoli vengono sostituite da tessuto cicatriziale, l'esofago si irrigidisce e si restringe. Quando è grave, il cibo si blocca nell'esofago rendendolo progressivamente più difficile da inghiottire. Proprio come un tubo di scarico della doccia intasato, quando uno ha una stenosi esofagea, il cibo può tornare al di sopra dell'area di stenosi e finire di nuovo in gola e in bocca. Di solito i sintomi causati dalle stenosi si sviluppano gradualmente, a cominciare dall'insorgenza insidiosa di cibi che di tanto in tanto si bloccano nel petto.

Esofago di Barrett

Al di là della natura benigna dell'infiammazione continua causata dall'acido dell'esofago si trova un mondo di condizioni potenzialmente cancerose e precancerose. Con la lesione da reflusso persistente, le cellule che rivestono normalmente la parte inferiore dell'esofago possono iniziare a essere sostituite da cellule che assomigliano a quelle che tipicamente allineano lo stomaco. La presenza di cellule simili allo stomaco nell'esofago viene definita esofago di Barrett.

Secondo un articolo pubblicato su The Lancet nel marzo 2009, circa il 5-15% delle persone che si sottopongono all'endoscopia per la malattia da reflusso acido hanno l'esofago di Barrett.Gli uomini tipicamente sviluppano l'esofago di Barrett il doppio delle donne, ed è più comune nei maschi bianchi di età superiore ai 50 anni. Le persone con l'esofago di Barrett hanno maggiori probabilità di sviluppare adenocarcinoma esofageo rispetto a quelle senza la condizione. Secondo un articolo pubblicato nel numero di giugno 2015 delle cliniche di gastroenterologia del Nord America, ogni anno circa una persona su 750 con l'esofago di Barrett sarà diagnosticata di nuovo con cancro esofageo.

Cancro esofageo

La complicazione più devastante della malattia da reflusso acido è il cancro esofageo, in particolare l'adenocarcinoma esofageo. Secondo un articolo pubblicato nel numero di giugno 2013 di Cancer, l'incidenza di adenocarcinoma esofageo è cresciuta del 650% senza precedenti dal 1975, diventando così il cancro in più rapida crescita in America e in Europa. Mentre molti altri tumori maligni, come il cancro del polmone, della mammella, della prostata e del colon, sono più comuni, il cancro esofageo non viene diagnosticato in genere fino a una fase relativamente avanzata, quando è meno in grado di essere trattato con successo.

Complicanze della malattia da reflusso laringofaringeo

Esistono diverse potenziali complicanze del LPRD. Le persone con LPRD non trattati o trattati in modo insufficiente hanno una maggiore probabilità di sviluppare asma; stenosi (restringimento) delle corde vocali; tumori benigni delle corde vocali chiamati granulomi; o cancro della laringe (la scatola della voce) o della faringe (la gola). È importante notare che sebbene il LPRD sia considerato un fattore di rischio per queste condizioni, nessuno studio ha dimostrato che il LPRD le causa direttamente.

Avvertenze

A causa della possibilità di gravi complicazioni dovute alla malattia da reflusso acido, è importante rivolgersi a un medico se si presentano sintomi che suggeriscono problemi nell'esofago, inclusi bruciore di stomaco, rigurgito o sensazione di cibo bloccato nel tuo area del petto. Dovresti anche consultare il tuo medico se hai sintomi che potrebbero essere dovuti a LPRD, come tosse cronica da più di otto settimane, raucedine, schiarimento della gola frequente o sensazione di grumo in gola.