La pillola e il cancro cervicale: cosa devi sapere

La pillola e il cancro cervicale: cosa devi sapere
Quando Amanda Saxon scoprì che il suo papà era tornato anormale, il suo medico le disse di non preoccuparsi. Una donna della sua età non avrebbe problemi a liberare il papillomavirus umano, il probabile colpevole. Quindi la studentessa di 21 anni, di Tampa, in Florida, tornò alla sua routine normale.

Quando Amanda Saxon scoprì che il suo papà era tornato anormale, il suo medico le disse di non preoccuparsi. Una donna della sua età non avrebbe problemi a liberare il papillomavirus umano, il probabile colpevole. Quindi la studentessa di 21 anni, di Tampa, in Florida, tornò alla sua routine normale. I risultati pap, d'altra parte, no.

Video del giorno

Dopo alcuni anni di "esami chiari, alcuni non" annuali, i suoi pap test hanno mostrato che la situazione stava peggiorando. I risultati hanno rivelato displasia di alto grado, il che significa che ci sono stati cambiamenti significativi nelle cellule della sua cervice, mettendola a grave rischio di sviluppare il cancro cervicale. Di nuovo, il medico di Saxon le assicurò che tutto sarebbe andato bene, ma che era necessario uno sguardo più attento.

Una serie di esami e biopsie invasive seguirono l'anno successivo. Tutti hanno avuto risultati deludenti se non spaventosi. Se il problema persiste, Saxon avrebbe bisogno di quella che viene chiamata una biopsia del cono del coltello freddo, che è una procedura chirurgica per rimuovere le lesioni cervicali.

"Mio marito ed io stavamo facendo piani per fondare una famiglia", ricorda Saxon. "Come se la minaccia del cancro non fosse abbastanza spaventosa, e la mia fertilità? Volevo sapere tutto quello che potevo sul perché questo stava accadendo e se c'era qualcosa che potevo fare per farlo smettere. “

In quel momento ha iniziato a fare le sue ricerche. Cambiare la sua dieta aiuterebbe? Che dire dell'esercizio? Se il problema era che non stava combattendo contro il virus, avrebbe potuto far ripartire il suo sistema immunitario in qualche modo? Nel corso degli scavi, si imbatté in un forum online che diceva che avrebbe dovuto interrompere la sua pillola anticoncezionale ormonale, che assumeva regolarmente dall'età di 17 anni. Poi, scavò più a fondo e trovò numerose menzioni - su siti stimabili, come il National Cancer Institute e l'Istituto Guttmacher - del legame tra la pillola anticoncezionale e il cancro cervicale. Ha menzionato le sue scoperte durante il suo prossimo appuntamento, ma il suo medico non ha potuto dire se questo potesse essere un motivo per cui non stava chiarendo l'infezione.

"Ha detto che non c'erano prove che l'arresto della pillola potesse essere d'aiuto", ha detto Saxon. "Mi ha suggerito di smettere di usare Google su Google, perché stavo solo impazzendo. "

Finora, quello che sappiamo per certo è che qualsiasi complicazione associata alla pillola - compresi eventuali effetti sul sistema immunitario - è esacerbata durante la gravidanza. E sappiamo che la stragrande maggioranza delle donne infette da HPV la ripulirà da sola.

Dr. Kari Braaten, ostetrica e ginecologa al Brigham and Women's Hospital di Boston.

La pillola può realmente sopprimere il tuo sistema immunitario?

Se esegui una rapida ricerca su Google per la domanda di cui sopra, otterrai più di 400.000 risultati, molti dei quali provengono da fonti di crowd-sourcing (leggi: inaffidabili) per chiedere schede come ChaCha o Yahoo!Risposte. Forse peggio - stranamente - scoprirai le informazioni vaghe ma sorprendenti sul possibile effetto della pillola sulla risposta immunitaria e sul cancro cervicale su siti affidabili, come fece Saxon.

Le donne si stanno chiedendo questo, eppure non sembrano esserci dritti consigli su cosa fare - anche quando chiedono ai loro medici. "E quando succede, è spesso perché non c'è ancora una risposta chiara", ha detto il dottor Kari Braaten, un ostetrico e ginecologo al Brigham and Women's Hospital di Boston.

"Nessuno direbbe che la pillola da sola ti rende più probabile contrarre l'HPV; né ti rende più suscettibile ad altre infezioni come il raffreddore o l'influenza ", ha detto il dottor Jen Gunter, un ob-gyn nella San Francisco Bay Area. E anche se ci sono prove che collegano i contraccettivi orali a un lieve aumento del rischio di cancro cervicale, gli esperti non sono d'accordo su cosa c'è dietro. "E 'controverso", ha detto Gunter. "Le persone sono molto divise su ciò che sta realmente accadendo." Potrebbe essere una questione di comportamenti sessuali più rischiosi: per esempio, uno studio del 2012 ha scoperto che le donne sulla pillola avevano meno probabilità di usare i preservativi, che sono noti per ridurre l'esposizione a HPV.

Contrariamente a quanto le disse il medico di Saxon, tuttavia, vi sono almeno alcune prove che l'uso a lungo termine della pillola gioca un ruolo nella persistenza virale o nella riattivazione ripetuta di un virus latente, secondo il dott. Xavier Castellsagué, direttore del Centro informazioni WHO / ICO (Catalan Institute of Oncology) su HPV e Cancro cervicale a Barcellona, ​​Spagna. Nel 2002, l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha pubblicato una recensione che ha trovato una forte presenza di pre-cancro cervicale e tumori tra le donne positive all'HPV che hanno usato la pillola in modo costante per cinque anni o più, e la ricerca da allora l'ha sostenuta. Non c'è stato alcun aumento per le donne che hanno usato la pillola per quattro anni o meno

"È ovvio è un co-fattore ", ha detto Castellsagué, anche se non c'è certezza riguardo al meccanismo.

È importante, tuttavia, sottolineare che il caso di Saxon e altri simili non sono comuni. Il dottore di Saxon aveva ragione ad assumere ad ogni passo che Saxon l'avrebbe chiarito da solo.

"Anche le stesse biopsie possono stimolare una risposta immunitaria positiva nella cervice e contribuire a risolverlo", ha detto Gunter.

L'HPV è l'infezione sessualmente trasmessa più comune negli Stati Uniti. Più della metà delle persone sessualmente attive otterrà uno o più ceppi del virus e lo cancellerà durante la loro vita, e in qualsiasi momento, circa il 43 per cento delle donne è infetto da HPV, secondo il National Cancer Institute. "La maggior parte delle donne risulta positiva all'età di 23 anni", ha detto Gunter.

Quasi tutti i tumori cervicali iniziano come HPV, ma gli scienziati stanno ancora studiando il motivo per cui alcune donne infette da HPV sviluppano il cancro mentre la maggior parte non ha alcun effetto. Il 90% delle persone infettate dal virus lo eliminano entro due anni, ha dichiarato Castellsagué.

È impossibile dire perché Saxon sia finito nel restante 10% che sviluppa infezioni persistenti e lesioni cervicali che, se non trattate, possono trasformarsi in cancro.Era giovane e per il resto completamente in salute. E questo è il vero problema: non c'è ancora modo di sapere, a livello individuale, chi cancella il virus e chi avrà bisogno di ulteriore trattamento.

Lo sviluppo del cancro cervicale, come con altre forme di cancro, è una danza complicata di genetica, ambiente e molti altri fattori che contribuiscono. I ceppi ad alto rischio o "oncogeni" del virus hanno maggiori probabilità di provocare il cancro cervicale. (Due di questi, tipi 16 e 18, sono responsabili di quasi tutti i tumori correlati all'HPV e per i quali esiste un vaccino.) Ma ci sono molti altri fattori noti, oltre al possibile collegamento alla pillola.

Anche se è vero che la tua genetica individuale gioca un ruolo nel decidere se eliminare il virus, "Il sistema immunitario è la chiave qui", ha detto Castellsagué. Il pensiero è che un sistema immunitario soppresso è ciò che permette al virus di rimanere attaccato e causare problemi, motivo per cui le donne con HIV o coloro che assumono farmaci immunosoppressori per malattie autoimmuni sono a maggior rischio di anomalie cervicali. Allo stesso modo, i fumatori hanno il doppio delle probabilità di avere problemi di persistenza a causa degli effetti che le sigarette hanno sull'immunità.

The Bottom Line

La consulenza medica rappresenta una valutazione dei benefici e dei rischi di una determinata tattica basata su ciò che è più comune o più probabile che accada.

"Non consiglierei mai a un paziente di interrompere il controllo delle nascite semplicemente perché non stava pulendo l'HPV", ha detto Braaten. "Finora, quello che sappiamo per certo è che qualsiasi complicazione associata alla pillola - inclusi gli effetti su il tuo sistema immunitario - è esacerbato durante la gravidanza. E sappiamo che la stragrande maggioranza delle donne infette da HPV la ripulirà da sola. "Significato: nella maggior parte dei casi, la gravidanza è la minaccia più grande e più probabile.

Se sei sulla pillola ora, non farti prendere dal panico. I contraccettivi orali rimangono tra i farmaci più sicuri e più efficaci sul mercato. Finché si ottiene un buono stato di salute durante il controllo annuale e regolari pap test, non c'è motivo di preoccuparsi. La soluzione migliore per prevenire un problema lungo la strada è parlare con il medico del vaccino HPV - non lasciare la pillola, non importa da quanto tempo ci sei passato. E ricorda, la pillola non fa nulla per proteggerti dalle infezioni sessualmente trasmissibili, quindi non saltare i preservativi!

Per le donne alle prese con un virus persistente e problematico, la linea di fondo ufficiale è che non ci sono prove sufficienti per dire che l'eliminazione della pillola ti aiuterà sicuramente a eliminare l'infezione. Ma non potrebbe anche ferire, purché si utilizzi un altro metodo di contraccezione affidabile.

Alla fine Saxon ha scelto di passare ai preservativi dopo che è diventato chiaro che avrebbe avuto bisogno dell'intervento chirurgico. "Era così frustrante", ha detto. "Ogni volta, [il dottore] ha detto che si sarebbe chiarito, ma le cose sono peggiorate. Mi sentivo anche se ci fosse solo una piccola possibilità di fermare la pillola potrebbe aiutare il mio sistema immunitario a combattere l'infezione meglio ne sarebbe valsa la pena."

Anche se non c'è modo di individuare la differenza che l'interruttore ha fatto, Saxon può contare almeno un esperto nel suo angolo:" La sua situazione è molto rara, ma succede ", ha detto Castellsagué." Secondo me, una volta hai qualche anormalità cervicale per più di un anno e non sta andando via, è una buona idea passare a un altro metodo di contraccezione. "

Saxon potrebbe essere un'anomalia, ma il fatto è che lei è una delle persone che, per qualsiasi ragione, ha avuto difficoltà a tenere sotto controllo il virus. Se c'è una piccola possibilità che la pillola possa giocare un ruolo nel combattere quello che potrebbe essere il cancro, perché dovrei cogliere questa possibilità? lei chiese.

Infine, nell'ottobre 2012, dopo sei anni, una lunga serie di test invasivi e interventi chirurgici per rimuovere un pezzo di collo della sua cervice da un pollice, Saxon ha avuto la tranquillità di un pap test chiaro.

"E finora", ha detto, "sono ancora in chiaro. “