Effetti del pCP sul feto

Effetti del pCP sul feto
La fenciclidina, o PCP, è spesso classificata come allucinogeno ma è correttamente nota come droga dissociativa, secondo l'Istituto Nazionale di Abuso di Droga. Gli effetti che alterano la mente di PCP includono percezioni distorte dei sensi e una sensazione di distacco dall'ambiente e dal sé. La Global Library of Women's Medicine rileva che l'uso di sostanze è molto diffuso nelle donne in gravidanza, con una stima del 10% che usa droghe illecite come il PCP.

La fenciclidina, o PCP, è spesso classificata come allucinogeno ma è correttamente nota come droga dissociativa, secondo l'Istituto Nazionale di Abuso di Droga. Gli effetti che alterano la mente di PCP includono percezioni distorte dei sensi e una sensazione di distacco dall'ambiente e dal sé. La Global Library of Women's Medicine rileva che l'uso di sostanze è molto diffuso nelle donne in gravidanza, con una stima del 10% che usa droghe illecite come il PCP. Le complicanze fetali dell'uso prenatale della PCP vanno da difetti alla nascita a effetti sullo sviluppo a lungo termine dopo la nascita.

Video del giorno

Danni al cervello

Il sistema nervoso centrale in un feto gestante comprende il cervello e il midollo spinale. I neuroni si sviluppano come parte di questo processo per modellare il cervello. I neuroni fanno parte del sistema di comunicazione nel cervello e sono responsabili di trasmettere messaggi avanti e indietro dal cervello al corpo. Questi messaggi includono informazioni su come sentire, comportarsi e rispondere alla stimolazione esterna. L'esposizione alla PCP durante la gravidanza altera la capacità del cervello di formare correttamente e sviluppare i neuroni. Dati di ricerca di uno studio del 1992 sulla rivista "Neuropharmacology" suggeriscono che alti livelli di PCP durante la gravidanza disturbano il normale sviluppo dell'attività neurale nel feto, con conseguente deficit funzionale.

Distress respiratorio e intossicazione

L'esposizione fetale a PCP può portare a nascita prematura e difficoltà respiratoria per il bambino. Secondo l'Alberta Alcohol and Drug Abuse Commission, PCP può attraversare la placenta, rendendo l'ambiente prenatale tossico per il feto. Il farmaco rimane nel sistema del feto per una quantità di tempo sconosciuta, praticamente intossicante il feto, mentre potenzialmente impedisce il normale sviluppo di polmoni e organi. Il feto può avere uno sviluppo polmonare insufficiente e una ridotta capacità respiratoria dopo la nascita a causa dell'esposizione al PCP. Il PCP ha effetti sedativi sugli utenti adulti e questi effetti sono amplificati nel feto, che può morire a causa dell'esposizione.

Dipendenza e Ritiro

L'esposizione cronica al farmaco durante la gravidanza può causare la nascita del feto con una dipendenza da PCP e il manifestarsi di sintomi da astinenza. In utero il feto potrebbe non mostrare sintomi da astinenza se l'uso di PCP si interrompe. Se la madre continua ad usare fino alla nascita del bambino, tuttavia, la probabilità che il bambino manifesti sintomi da astinenza quali tremori e letargia rimane elevata. L'American Pregnancy Association osserva che il modo migliore per prevenire complicazioni fetali dall'uso del PCP è evitare il farmaco durante la gravidanza.