Acne dopo la menopausa

Acne dopo la menopausa
Fino a metà delle donne soffriranno di brufoli da adulte ad un certo punto della loro vita. È comune avere focolai di acne durante la gravidanza o subito prima del ciclo. Ma è anche comune ottenere l'acne durante o dopo la menopausa. In tutti questi casi, puoi dare la colpa ai tuoi ormoni per i tuoi problemi di carnagione.

Fino a metà delle donne soffriranno di brufoli da adulte ad un certo punto della loro vita. È comune avere focolai di acne durante la gravidanza o subito prima del ciclo. Ma è anche comune ottenere l'acne durante o dopo la menopausa. In tutti questi casi, puoi dare la colpa ai tuoi ormoni per i tuoi problemi di carnagione.

Video del giorno

Causa

La pelle produce olio in risposta ai segnali ormonali degli androgeni, un gruppo di ormoni maschili che include il testosterone. Se hai troppo androgeno nel tuo corpo, producerai troppo olio e otterrai brufoli. In menopausa, i livelli degli ormoni femminili di estrogeni e progesterone diminuiscono, il che può enfatizzare l'effetto degli androgeni sul sistema e portare alla pelle più grassa. La pelle più oliata porta a pori più ostruiti, che a loro volta portano a più brufoli e infezioni batteriche.

Condizioni

L'acne in una donna dopo la menopausa può potenzialmente indicare una condizione più grave, secondo l'American Academy of Dermatology. Una donna in post-menopausa che improvvisamente ottiene l'acne potrebbe avere un tumore che secerne ormoni in una delle sue ovaie o nella sua ghiandola surrenale. Potrebbe anche aver sviluppato il diabete di tipo 2 - l'associazione americana per il diabete afferma che fino a 1/3 di tutti i diabetici soffrono di complicanze della pelle, comprese lesioni che possono assomigliare all'acne.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, l'acne dopo la menopausa non indica altre condizioni mediche e puoi concentrarti sulla pelle pulita senza preoccuparti di altri problemi di salute. Poiché la causa è ormonale, la prima linea di trattamento potrebbe essere ormonale e la terapia ormonale sostitutiva contenente estrogeni e progesterone può aiutare a fermare gli attacchi di brufoli. Se si soffre anche di altri sintomi della menopausa, come sbalzi d'umore, insonnia e ansia, la terapia ormonale sostitutiva potrebbe essere un'opzione. Tuttavia, recenti ricerche indicano che la terapia ormonale sostitutiva può aumentare il rischio di malattie cardiache.

Altri trattamenti

I dermatologi prescrivono anche lo spironolattone, un diuretico con proprietà anti-androgene, per l'acne post-menopausa. Il farmaco causa irregolarità mestruali in molte donne che hanno ancora le mestruazioni e può anche farti perdere acqua, ma uno studio di otto anni pubblicato nel 2002 sul Journal of Cutaneous Medicine and Surgery ha indicato che lo spironolattone può trattare in modo sicuro l'acne nelle donne.

Considerazioni

Oltre all'utilizzo di un detergente delicato una o due volte al giorno, potrebbe essere necessario prendere un antibiotico orale per eliminare qualsiasi infezione batterica che causa l'acne post-menopausa, secondo l'AAD. Inoltre, basse dosi di isotretinoina della droga ad alta potenza per l'acne hanno aiutato gli adulti nei loro anni '50 e '60 a battere con successo i loro brufoli.