Sulla pressione sistolica e diastolica durante l'esercizio

Sulla pressione sistolica e diastolica durante l'esercizio
Le misurazioni della pressione sanguigna sono composte da due numeri. La prima cifra, o pressione sistolica, misura la pressione sanguigna mentre il cuore si contrae. Il secondo numero, la pressione diastolica, misura la pressione tra i battiti del cuore quando il cuore è rilassato. Durante il vigoroso esercizio aerobico, la pressione sanguigna sistolica aumenta normalmente, mentre la pressione diastolica cambia molto poco.

Le misurazioni della pressione sanguigna sono composte da due numeri. La prima cifra, o pressione sistolica, misura la pressione sanguigna mentre il cuore si contrae. Il secondo numero, la pressione diastolica, misura la pressione tra i battiti del cuore quando il cuore è rilassato. Durante il vigoroso esercizio aerobico, la pressione sanguigna sistolica aumenta normalmente, mentre la pressione diastolica cambia molto poco. Le risposte anormali della pressione arteriosa a un allenamento, come un forte aumento della pressione diastolica o un picco esagerato della pressione sistolica, possono indicare che si è a rischio di sviluppare pressione alta o malattie cardiovascolari.

Video del giorno

Pressione sanguigna

Due fattori si combinano per determinare la pressione del sangue: quanto sangue il tuo cuore pompa al minuto, chiamato gittata cardiaca, e quanto le tue arterie resistono al sangue flusso, definito resistenza periferica. Quando le arterie si restringono, la resistenza periferica aumenta. Quando si allargano, la resistenza periferica diminuisce. Una maggiore gittata cardiaca e una maggiore resistenza periferica determinano un aumento della pressione sanguigna. La pressione sanguigna sana dovrebbe essere inferiore a 120 / 80mm Hg.

Pressione sanguigna durante l'esercizio

Durante l'esercizio fisico intenso, la pressione sanguigna sistolica aumenta perché il cuore deve lavorare di più per pompare più sangue ad ogni contrazione per mantenere i muscoli riforniti di ossigeno. Più l'esercizio è faticoso, maggiore è l'aumento della pressione sistolica. Durante un allenamento molto vigoroso, la pressione arteriosa sistolica in un atleta sano può salire fino a 200 mm Hg. Normalmente, tuttavia, la pressione diastolica cambia molto poco, se non del tutto. In una persona giovane e sana, la pressione diastolica aumenta tipicamente di non più di pochi mm Hg, anche durante un intenso allenamento. Questo perché i vasi sanguigni nei muscoli che lavorano si allargano, diminuendo la resistenza periferica.

Risposta esagerata della pressione arteriosa

Uno studio del 2002 pubblicato sulla rivista "Ipertensione" ha rilevato che una risposta esagerata della pressione arteriosa all'esercizio fisico può indicare un maggior rischio di ipertensione futura. Lo studio ha monitorato 726 uomini con pressione sanguigna normale per quasi cinque anni. I ricercatori hanno scoperto che gli uomini con il maggiore aumento della pressione sistolica e diastolica durante l'esercizio all'inizio dello studio avevano più probabilità di sviluppare ipertensione entro la fine dello studio rispetto a quelli con una normale pressione arteriosa.

Cause

In uno studio su più di 2.000 partecipanti di sesso maschile e femminile nel famoso Framingham Heart Study, pubblicato sulla rivista "Circulation" nel 2012, i ricercatori hanno misurato la risposta della pressione arteriosa durante il test da sforzo su un tapis roulant. Hanno scoperto che gli individui con arterie più rigide - che danno maggiore resistenza - avevano più probabilità di sperimentare aumenti più elevati sia della pressione sistolica che diastolica durante l'esercizio fisico vigoroso.