Sul piano di alimentazione sana naturopatica

Sul piano di alimentazione sana naturopatica
La medicina naturopatica cerca di prevenire e trattare i problemi di salute con il più naturale approccio non invasivo possibile, afferma l'Associazione americana dei medici naturopati. Un piano alimentare sano è la chiave per la filosofia naturopatica. Mentre i naturopati differiscono nei tipi specifici o nelle quantità di cibo che raccomandano, tutti sottolineano gli alimenti non trasformati con il minor quantitativo possibile di zuccheri o conservanti.

La medicina naturopatica cerca di prevenire e trattare i problemi di salute con il più naturale approccio non invasivo possibile, afferma l'Associazione americana dei medici naturopati. Un piano alimentare sano è la chiave per la filosofia naturopatica. Mentre i naturopati differiscono nei tipi specifici o nelle quantità di cibo che raccomandano, tutti sottolineano gli alimenti non trasformati con il minor quantitativo possibile di zuccheri o conservanti. Non tutte le raccomandazioni concordano con le linee guida dietetiche istituite dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Parlate con il vostro medico prima di iniziare un piano alimentare naturopatico, e non tentare mai di auto-trattare una condizione medica seria con il cibo da solo.

Video del giorno

Alimenti raccomandati

Un tipico programma di dieta naturopatica istruisce i seguaci a ottenere circa il 40% delle loro calorie giornaliere dai carboidrati, il 30% dalle proteine ​​e il 30% dai grassi. Secondo il naturopata e nutrizionista clinico David J. Getoff, la maggior parte dei carboidrati di ogni giorno dovrebbe provenire da una varietà di verdure colorate e non astrali; frutta cruda mangiata intera; fagioli e legumi secchi; e cucinato cereali integrali come riso integrale, orzo o farina d'avena. Sono disponibili fino a tre porzioni giornaliere di pollame o uova allevate all'aperto, manzo nutrito con erba, frutti di mare selvaggi e prodotti caseari biologici crudi. Snack su noci e semi crudi e utilizzare oli vegetali insaturi come l'olio d'oliva durante la cottura.

Alimenti da evitare

I naturopati consigliano di evitare tutti i tipi di cereali raffinati e la maggior parte dei prodotti a base di pane, anche se fatti con cereali integrali come il pane integrale o la pasta integrale. Non sono ammessi zuccheri e nessun tipo di dolcificante artificiale, né alcun tipo di prodotti trasformati o preconfezionati, cibi in salamoia o fermentati, funghi come funghi, latticini regolari, patate o prodotti in scatola, congelati o essiccati. Il piano alimentare limita i tuoi frutti di mare ai pesci a basso contenuto di mercurio e proibisce le varietà più grandi come il pesce spada, il tonno o lo sgombro. Non è consentita alcuna forma di caffeina, alcol o succo di frutta.

Possibili benefici

Se sei come l'americano medio, la tua dieta contiene troppo zucchero; troppi alimenti trasformati, carboidrati e grassi raffinati; e troppo poco prodotti freschi e fibre. Passare a un piano alimentare naturopatico molto probabilmente ti aiuterà a perdere peso e ad abbassare il rischio di una varietà di problemi medici cronici, tra cui il cancro e le malattie cardiache. Cambiamenti nella dieta come ridurre l'assunzione di sale possono aiutarti a controllare le condizioni attuali, come l'ipertensione. La limitazione del piano sulle bevande può aiutarti a evitare di consumare calorie in eccesso sotto forma di bibite gassate o caffè zuccherate.

Potenziali svantaggi

L'abbandono totale di zucchero, pasta, sale e tutti i cibi pronti può rendere difficile seguire un programma alimentare naturopatico, specialmente se non tutti nella stessa famiglia aderiscono alla dieta.Acquistare solo carne, pesce e pollame freschi, biologici e senza ormoni può essere proibitivo. Inoltre, i prodotti lattiero-caseari consigliati dai naturopati possono aumentare il rischio di malattie potenzialmente pericolose per l'alimentazione di alimenti nei bambini, negli anziani, nelle donne incinte e in condizioni mediche croniche. Una giornata tipo sulla dieta non ti fornirà la quantità di porzioni di cereali consigliate dall'USDA e potrebbe renderti vulnerabile alle carenze nutrizionali.