Su Come rimanere incinta durante la perimenopausa

Su Come rimanere incinta durante la perimenopausa
La menopausa è definita come il giorno 12 mesi consecutivi dopo l'ultimo periodo mestruale. Ma il periodo di tempo in cui la produzione di estrogeni e progesterone diminuisce ei periodi mestruali diventano irregolari, chiamati perimenopausa, possono iniziare a 45 anni e, per alcune donne, anche un decennio prima.

La menopausa è definita come il giorno 12 mesi consecutivi dopo l'ultimo periodo mestruale. Ma il periodo di tempo in cui la produzione di estrogeni e progesterone diminuisce ei periodi mestruali diventano irregolari, chiamati perimenopausa, possono iniziare a 45 anni e, per alcune donne, anche un decennio prima. La fertilità declina rapidamente a questo punto e dall'età di 44 anni, solo l'1,19 per cento della donna rimane incinta usando le proprie uova, anche con la fertilizzazione ad invito, secondo l'indagine del 2008 del National Summary of Assisted Reproductive Technology.

Video del giorno

Linea del tempo di fertilità

La fertilità di una donna inizia intorno al periodo del menarca, o il suo primo periodo mestruale, e picchi nella sua metà degli anni '20. Da allora in poi diminuisce costantemente. Intorno ai 38 anni, i cambiamenti nel rivestimento uterino o nell'endometrio e un livello ridotto di progesterone, l'ormone che mantiene la gravidanza, riducono la possibilità che il suo embrione impianterà nell'utero, anche se si verifica il concepimento. All'età di 44 anni, anche quando la fertilizzazione in vitro viene utilizzata per concepire l'embrione al di fuori del suo corpo, c'è solo una possibilità dell'1,9% che l'embrione impianterà con successo e darà origine a un parto vivo. Se una donna ha già provato un ciclo prezioso di fecondazione in vitro che ha fallito, la sua possibilità di successo usando le proprie uova diminuisce allo 0, 7%. Questi tassi estremamente bassi di successo sono considerazioni importanti perché il processo di FIV utilizza risorse finanziarie e tempo che una donna sopra i 44 anni potrebbe voler investire in opzioni con maggiori possibilità di successo.

Valutare l'FSH

Quando una donna sta cercando di avere un bambino dopo i 40 anni, i protocolli di gestione dell'infertilità richiedono una valutazione rapida della sua capacità di concepire e impiantare un embrione. Per fare ciò, il livello di ormone follicolo-stimolante nel sangue viene valutato il terzo giorno del ciclo mestruale. Se questo livello è superiore a
11. 4 m IU / ml, concepire usando le proprie uova è statisticamente impossibile, secondo i ricercatori dell'Univerity of Pennsylvania che hanno riportato nel numero di gennaio 2002 di Human Reproduction.

Lunghezza ciclo mestruale

Un modo più semplice e senza costi per valutare la possibilità di rimanere incinta dopo i 40 anni è registrare la durata del ciclo mestruale, secondo una recensione del ricercatore svedese Thomas Brodin, M. Sci. , pubblicato nell'edizione di novembre 2008 di "Fertilità e sterilità".
Un ciclo mestruale inizia con il primo giorno di sanguinamento mestruale e termina il giorno prima dell'inizio del successivo periodo mestruale. I cicli mestruali hanno una durata media di 28 giorni durante la maggior parte della vita riproduttiva di una donna. Intorno ai 44 anni, si accorciano e rimangono tra 23 e 26 giorni finché non si allungano e saltano di tanto in tanto proprio prima della menopausa.Il team del Dr. Brodin ha studiato più di 6.000 tentativi di fecondazione in vitro e ha scoperto che quando il ciclo mestruale di una donna era lungo 26 giorni o meno, le sue possibilità di successo usando la fecondazione in vitro erano ridotte del 50%, rispetto alle donne di la stessa età che ha avuto cicli più lunghi. Il Dr. Brodin ha scoperto che la durata del ciclo era più importante dell'età nel determinare se le uova di una donna fossero vitali e se il suo utero potesse sostenere la gravidanza. Questa valutazione è particolarmente importante per le donne che potrebbero essere a breve ciclo e quindi avvicinarsi alla menopausa tra i 30 ei 40 anni.

Uso di uova di donatore

Per le donne che non possono più usare le proprie uova, c'è la possibilità di usare un donatore di uova. Occasionalmente, un amico più giovane o parenti volontari donano le uova, ma la maggior parte delle donazioni sono anonime e la coppia compensa finanziariamente il donatore. Dopo lo screening medico e psicologico, le ovaie del donatore sono iperstimolate con farmaci e il suo ciclo e il ricevente viene sincronizzato usando la manipolazione ormonale. Viene quindi impiantato un embrione di 5-8 giorni. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno riportato un tasso di natalità vivo del 55. 1 per IVF con uova di donatore nel 2007. I costi variano ampiamente, ma includono le tasse di IVF standard e il compenso dei donatori, che può essere di $ 10.000 o più per ciclo.

Surrogati e Gestational Carriers

Per la madre anziana con diabete, obesità, pressione alta o altri problemi fisici, avere un'altra donna portare a termine il figlio è un'opzione legale negli Stati Uniti e ci sono due modi per realizzare questo processo. Nel primo caso, un surrogato viene semplicemente impregnato artificialmente usando lo sperma del padre prescelto. Non c'è bisogno che lei prenda dei farmaci per iperstimolare le sue ovaie e le percentuali di successo della gravidanza sono le stesse che avrebbe concepito spontaneamente. Alcune coppie, tuttavia, preferiscono usare un donatore di ovuli e una FIV e quindi impiantare l'embrione nel corpo di un'altra donna, una portatrice gestazionale che non ha alcuna relazione biologica con il bambino. Una ragione per farlo è che consente la diagnosi genetica preimpianto, un processo di rimozione di una cellula dall'embrione da 5 a 8 giorni di vita e il test per eventuali anomalie genetiche. La PGD elimina la necessità di amniocentesi e la prospettiva di una successiva interruzione della gravidanza o di un bambino con una anomalia della nascita nota, ma incurabile.