Su Diabete Tipo 3

Su Diabete Tipo 3
Diabete di tipo 3, che è considerato un diabete specifico del cervello, è un pericoloso ibrido diabetico scoperto per la prima volta nel 2005. Uno studio, condotto presso la Brown University Medical School, suggerisce che il cervello produce insulina in un modo simile al pancreas. Si pensa che un problema con la produzione di insulina nel cervello determini la formazione di "placche" proteiche, non diversamente da quanto si riscontra tra i diabetici di tipo 1 (insulino-dipendente) e di tipo 2 (i

Diabete di tipo 3, che è considerato un diabete specifico del cervello, è un pericoloso ibrido diabetico scoperto per la prima volta nel 2005. Uno studio, condotto presso la Brown University Medical School, suggerisce che il cervello produce insulina in un modo simile al pancreas. Si pensa che un problema con la produzione di insulina nel cervello determini la formazione di "placche" proteiche, non diversamente da quanto si riscontra tra i diabetici di tipo 1 (insulino-dipendente) e di tipo 2 (insulino-resistenti). Ma nel caso del diabete di tipo 3, la placca appare nel cervello e porta alla perdita di memoria e ai problemi di formazione dei ricordi.

Video del giorno

Cosa succede

Quando si tratta del corpo, l'insulina è responsabile per aiutare a convertire il cibo in energia. Anche il cervello usa l'insulina, ma si pensa che lo scopo primario dell'insulina nel cervello sia quello di formare memorie alle sinapsi (gli spazi in cui le cellule nel cervello comunicano), osserva Time. com. I neuroni risparmiano spazio per i recettori dell'insulina; l'insulina lascia il posto ai ricordi. Affinché il cervello possa continuare a produrre più cellule cerebrali, ha bisogno di insulina. Quando i recettori dell'insulina scappano, come nel caso dei malati di diabete di tipo 3, il cervello non riceve l'energia necessaria per formare i ricordi.

Connessione del morbo di Alzheimer

Secondo un gruppo di ricerca della Northwestern University, l'insulina può prevenire o rallentare la perdita di memoria tra coloro che hanno il morbo di Alzheimer proteggendo le sinapsi che formano la memoria. Quelli con la malattia tendono ad avere bassi livelli di insulina e sono resistenti all'insulina. Il team ha scoperto che il motivo per cui la memoria fallisce quando si verifica la carenza di insulina è dovuto al fatto che i ligandi diffusibili derivati ​​dall'amiloide beta (ADDL) distruggono i recettori nel cervello che tipicamente sono riservati all'insulina, rendendo così i recettori resistenti all'insulina. Senza lo spazio per l'insulina, i recettori non possono connettersi e si verifica una perdita di memoria.

Possibile collegamento colesterolo

Secondo il Journal of Neurology, Neurochirurgia e Psichiatria, potrebbe esserci un legame tra colesterolo e declino cognitivo tra i pazienti con Alzheimer che assumono farmaci ipolipemizzanti. Ricercatori francesi notano che l'assunzione di alcuni farmaci che abbassano il colesterolo può comportare una progressione più lenta della malattia di Alzheimer. È probabile che le statine possano svolgere un ruolo nel far progredire la malattia di Alzheimer.

Connessione al diabete di tipo 1 e tipo 2

L'American Diabetes Association rileva che non esiste una "definizione standard" per il diabete di tipo 3, anche se a volte viene chiamato "doppio diabete" perché è stato usato per descrivere quelli con Diabete di tipo 1 che mostra inoltre segni di insulino-resistenza (il principale sintomo del diabete di tipo 2). Anche il diabete di tipo 3 è stato usato per descrivere quelli con diabete di tipo 1 che diventano resistenti all'insulina nel tempo.In alcuni casi, assumere farmaci insulino-sensibilizzanti può essere utile.

Sintomi dei problemi della funzione insulinica

Quando la funzione insulinica va male, possono verificarsi numerosi sintomi. Alcuni dei più comuni includono l'appetito per carboidrati e zuccheri - come biscotti, patatine e cracker - e sentirsi "fuori di esso" o affaticati nel tardo pomeriggio. Anche l'aumento di peso nel centro del corpo è comune, secondo Kathleen Jade, ND.

What Comes Next

Il diabete di tipo 3 non è completamente compreso. Diagnosi e trattamenti rimangono nelle fasi iniziali e sono necessari studi approfonditi per comprendere appieno come aiutare quelli con diabete di tipo 3 e la sua connessione con l'Alzheimer e la demenza.